“DONNA Singolare, plurale, femminile” – Sant’Agata Martesana (Mi) – 28/03 – 12/04

Il_Melograno marzo 23, 2015 Commenti disabilitati
“DONNA Singolare, plurale, femminile” –  Sant’Agata Martesana (Mi) – 28/03 – 12/04

“DONNA Singolare, plurale, femminile”

a cura di Antonia Campanella

28 marzo – 12 aprile 2015

Mulino Dugnani Via XXV Aprile, sn Sant’Agata Martesana di Cassina de’ Pecchi (Mi)  

donna singolare plurale femminile

Si inaugura sabato  28 marzo alle  ore 17,00, presso il Mulino Dugnani Via XXV Aprile a Sant’Agata Martesana di Cassina de’ Pecchi, in provincia di Milano, la mostra “DONNA Singolare, plurale, femminile”, curata da Antonia Campanella

Oltre 35 artisti provenienti da diverse città italiane ma anche da Antibes (Francia) hanno realizzato opere d’arte per riflettere sul genere femminile.

Gli artisti

Ettore Antonini, Silvia Battisti, Marisa Bellini, Marco Bonfitto, Ornella Bonomi, Antonia Campanella, Lucia Caprioglio, Louise Caroline, Valeria Clementi, Donatella Lolita Coli,  Giuliana Consilvio, Graziella Conti Papuzza, Vincenza Costantini, Liborio Curione, Luigia Cuttin, Daniela Da Riva, Clotilde De Lisio, Fausto De Marinis, Isa Di Battista, Antonella Di Donna, Martina Dubini, Priscilla Ganassini, Marisa Ferrini Keblee, Francesco Lasalandra,  Mimma Maspoli, Alfredo Mazzotta, Belinda Menzietti, Maria Grazia Montano, Monica Moroni, Marina Antonia Orlando, Olivia Pegoraro, Antonio Pilato, Luisa Porporato, Luisa Pozzo, Graziano Rey, Giusi Santoro, Barbara Scippa, Luisa Tinazzi, Sergio Turle.

Finissage:

Concerto “DONNE E MUSICA Agnes Zimmermann – Elfrida Andrée” organizzato da Musicainmente” eseguito dal TRIO ELFRIDA Ore 21,00 Presso Chiesa di Sant’Agata Via IV Novembre, 6 Cassina de’ Pecchi(mi)

Ingresso libero

Progetto e Organizzatore dell’evento: Associazione La Forza del Segno info@laforzadelsegno.it www.laforzadelsegno.it

Collaborazioni ed Aiuto: ACADA, Musicainmente, Marco Bonfitto, Antonella Di Donna, Raffaele Russo, Dario Lodi

Il percorso espositivo che proponiamo, in questa cornice d’eccellenza, si vuole proporre come un percorso percettivo dedicato alla ”Donna” (Singolare) alle “Donne” (Plurale), alle “bimbe, mamme, madri e mogli” (Femminile).
La selezione è avvenuta attingendo ad artisti locali, provinciali, nazionali e francesi, che sono riusciti a far rilucere ogni aspetto del mondo femminile.
Dalla risposta degli artisti è emersa un’immagine visiva  e  sociologica, che ha evidenziato molteplici aspetti, come ad esempio:  l’intimità femminile dei “miraggi primaverili”, la “sublimazione della maternità”, le lacerazioni di “quello che rimane della nascita”, fino ad approdare all’ “albero della vita e della morte” con il grido disperato di Alma. Un grido disperato di una donna vittima della violenza di un paese che non protegge ma viola un diritto sacro.
Non sono mancate visioni satiriche della “sopportazione della donna”, visioni fotografiche e calcografiche interpretate con grande poesia, sensibilità e tecnicismo d’eccellenza.
Antonia Campanella

Pin It