Il Buon Governo, un’operazione “rivoluzionaria” – Pistoia – (31/01 – 01/03)

Il_Melograno gennaio 21, 2014 Commenti disabilitati
Il Buon Governo, un’operazione “rivoluzionaria” – Pistoia – (31/01 – 01/03)

 

 

buon governo pistoia 2014

31 gennaio – 1 marzo 2014

Gruppo artistico
LavorareCamminare
Il Buon Governo
Omaggio a Ambrogio Lorenzetti

Inaugurazione venerdì 31 ore 17,30
con una performance di Stefania Puntaroli

Il Buon Governo, un’operazione “rivoluzionaria”

Tra l’arte “pratica autosignificante” (l’Art as art di Reinhardt) e l’arte aperta ad obiettivi “esterni” (l’arte “mondana” di Barilli) è forse possibile un’intermediazione: «l’arte è politica solo se non si alieni totalmente in questa, solo e solo se resti arte» (Menna). Marcuse, ad esempio, vede l’arte inserita «nel contesto dei rapporti sociali prevalenti» e le riconosce «un ruolo, un potenziale politico»: che non risiede nel contenuto o nelle intenzioni, né nell’essere rivolta al proletariato, bensì in quella “dimensione estetica” che le è propria. Gli artisti non possono prescindere dal loro essere cittadini, non individui super partes ma abitanti del mondo e non indifferenti ai problemi di esso, tanto più in un momento storico difficile quale quello attuale. Dunque, l’arte può affrontare temi esterni e “politici”, purché resti arte e agisca all’interno della propria specificità. In tal modo essa assume, secondo Marcuse, un indiscutibile ruolo “rivoluzionario”. Il Buon Governo instaura e regola i ruoli e i rapporti tra i suoi membri Il Buon Governo tutela l’ecosistema marino fonte di benessere per molti cittadini Uno di tali temi può essere la gestione della cosa pubblica, sulla quale gli artisti legittimamente riflettono e producono ipotesi. Il che ha deciso di fare il gruppo Lavorare Camminare. Ciascun autore sceglie e sviluppa uno degli aspetti del problema: la regolazione dell’ecosistema marino (Mochi), la trasparenza dei comportamenti e delle leggi (Sullo), la promozione della cultura (Cantini), la salvaguardia dell’identità nazionale (Allegri), i rapporti e i ruoli degli uomini di governo (I Santini Del Prete); due artisti (Giorgi e Netto) recuperano le radici pittoriche del tema proponendo rivisitazioni del celebre affresco di Ambrogio Lorenzetti, maestro senese che già nel XIV secolo aveva svolto questo argomento. L’operazione è  rigorosamente svolta sub specie artis, poiché gli autori svolgono una funzione politica senza rinunciare alla propria vocazione, che è quella di creare opere d’arte.

Bruno Sullo
MANLIO ALLEGRI
Il Buon Governo garantisce l’identità nazionale nel contesto di princìpi positivi

SERGIO CANTINI
Il Buon Governo sostiene e dà spazio alle arti ed alla cultura

FABRIZIO GIORGI
Rileggere i personaggi di Lorenzetti in una prospettiva di contemporaneità

I SANTINI DEL PRETE
Il Buon Governo instaura e regola i ruoli e i rapporti tra i suoi membri

PIERO MOCHI
Il Buon Governo tutela l’ecosistema marino fonte di benessere per molti cittadini

PAOLO NETTO
Rivisitare ed aggiornare le radici pittoriche, lorenzettiane, del Buon Governo

BRUNO SULLO
Il Buon Governo vigila sulla trasparenza dei suoi comportamenti e delle sue leggi

Museo Marino Marini
Corso Silvano Fedi 30, Pistoia
Orario: lunedì-sabato ore 10-18

Info: 0573 30285
fmarini@dada.it
www.fondazionemarinomarini.it

———————————–

 

Pin It