LIBERA ACCADEMIA DEGLI INUTILI – Cerimonia per il conferimento a Bruno Sullo – honoris causa – dell’Alto Titolo Accademico di “Artista Estraneo”. Crespina (Pi) 25 maggio

Il_Melograno maggio 17, 2013 Commenti disabilitati
LIBERA ACCADEMIA DEGLI INUTILI – Cerimonia per il conferimento a Bruno Sullo – honoris causa – dell’Alto Titolo Accademico di “Artista Estraneo”. Crespina (Pi) 25 maggio

libera accademia degli inutili

Libera Accademia degli Inutili

   “Appena si saranno accorti di chi sono me ne torno in Italia con mia figlia a curarmi”     

                                       (Amedeo Modigliani)

 Gentile Amico/a

 La non costituita né costituenda, ma esistita ed esistente, operante e viva

 LIBERA ACCADEMIA DEGLI INUTILI

 Ti invita ad assistere alla cerimonia per il conferimento a Bruno Sullohonoris causa – dell’Alto Titolo Accademico di “Artista Estraneo”. Il conferimento, che avverrà nella stretta osservanza del Cerimoniale Accademico, avrà luogo nel pomeriggio di

 SABATO 25 MAGGIO 2013, alle ore 17,30

presso l’Aula Magna di

 VILLA MONTELISI – Piazza Cesare Battisti 9 – CRESPINA (Pisa)

che il critico e collezionista d’arte Dr. Carlo Pepi ha gentilmente concesso quale sede provvisoria dell’Accademia.

Nel corso della cerimonia, che sarà introdotta da  Francesca Pepi, sono previsti interventi di taglio storico-critico e performativo da parte dei membri della Commissione Accademica (Mauro Andreani, Giancarlo Bertoncini, Paolo Bottari) cui farà seguito, ad avvenuto conferimento del Titolo, la lectio magistralis di Bruno Sullo.  Quest’ultimo farà omaggio agli intervenuti del proprio libro “Finestre su me stesso”, contenente il resoconto del proprio percorso artistico dal 1973 al 2012.  Brindisi finale.

La Libera Accademia degli Inutili confida nella Tua partecipazione.                                                                                                                                L’Estensore p.t. 

Paolo S. Bottari

 PROGRAMMA

 -          Saluto del critico e collezionista d’arte Dr. Carlo Pepi.

-          Preludio a cura di  Francesca Pepi.

 -          Insediamento della Commissione Conferente, costituita dall’Estensore Paolo Bottari, dal I° Testimone Giancarlo Bertoncini e dal II° Testimone Mauro Andreani. Rilascio dell’Attestazione per la concessione della Sede.

 -          Prolusione dell’Estensore, avente ad oggetto l’estraneità assoluta e relativa dell’artista, nonché i compiti e i fini dell’Accademia. Convocazione del Titolando.

 -          Relazione storico-critica tenuta dal I° Testimone Giancarlo Bertoncini sull’intero percorso artistico del Titolando e sui motivi che hanno indotto l’Accademia ad assumere la deliberazione di conferimento dell’Alto Titolo.

 -          Intervento comportamentale del II° Testimone  Mauro Andreani.

 -          Conferimento dell’Alto Titolo nella stretta osservanza del Cerimoniale Accademico e imposizione degli indumenti canonici sul corpo del Titolato.

 -          Lectio magistralis del Titolato Bruno Sullo e consegna ai presenti del libro “Finestre su me stesso” contenente il resoconto, commentato criticamente e adeguatamente illustrato, del suo percorso artistico dal 1973 al 2012.

 -          Brindisi di felicitazione e augurio.

 Curriculum artistico di Bruno Sullo

 Bruno Sullo è artista, promotore di eventi e critico d’arte. È stato Presidente de La Casa dell’Arte di Rosignano Marittimo (Livorno). È tra i Soci fondatori di Zerotre, Movimento per l’Arte Effimera (2003).

 Come artista

  • Costituisce i Gruppi artistici Artericerca (1976), Portofranco (1984), La Casa dell’Arte (1994), con i quali realizza numerose esposizioni in Italia e all’estero. Nel 2011 costituisce a Livorno con altri artisti il gruppo Lavorare Camminare.
  • Il suo tema principale è il confine, espresso dall’oggetto finestra, simbolo della possibile integrazione di mondi diversi (interno-esterno, privato-pubblico, ecc.) e del superamento della logica dell’aut-aut che crea muri invalicabili di incomprensione.
  • Le sue attuali opere visive studiano la superficie pittorica tra i poli estremi della massima opacità, della semitraspa­renza, e ultimamente della completa trasparenza (intesa anche in senso politico, glasnost), espressioni diverse ed articolate di rigore ideologico e di proprietà estetica.
  • Nel1985 Sullo intraprende anche una carriera di performer. Le azioni seguono tre linee d’indirizzo.
  • La prima ( Cene in Blu, 1994-2006) percorre in senso inverso il rapporto arte-vita: l’arte non imita la vita, è la vita che diviene piena e degna se si plasma sull’arte.
  • La seconda linea pone la finestra come simbolo del confine attraversabile, dell’integrazione tra mondi diversi; nel ciclo sono affrontati argomenti specifici quali il difficile rapporto tra autore e opera, la ricerca di identità, la memoria, il tema del viaggio e del ritorno a casa: riflessioni personali che però concernono aspetti generali dell’esistenza.
  • La terza via svolge temi filosofici e di conoscenza, la pace, la natura dell’arte, l’origine del mondo, assumendo elementi sociali, storici e di cronaca in un superiore piano di sintesi.
  • Anche le installazioni, alle quali Sullo lavora dal 1996, sono realizzate secondo varie tipologie che offrono elementi di interne omogeneità.
  • Un primo tipo di installazione, precedente la fase delle finestre, è Spaziopittura (dal 1983 al 1985): cubi posati sul pavimento e “quadri” attaccati alle pareti creano invisibili legami che abitano l’ambiente. La libera disposizione dei solidi, affidata alla manipolazione dei visitatori, è una traduzione personale del concetto di Opera Aperta di Eco. Anche nella serie Foresta di Finestre (1996-2005) lo spazio è occupato e abitato: un numero variabile di teli semitrasparenti recanti immagini di finestre attraversano l’ambiente, illuminati da luci azzurre.
  • Una linea ultimamente ricorrente è quella dei Frutti Anomali (dal 2003): finestre di carta o di plastica sembrano frutti anomali nati da una natura sconvolta da un’inquietante mutazione post-nucleare, e s’impongono all’attenzione per l’innaturale rapporto di contrasto che intrattengono con l’ambiente.
  • Sullo è anche autore di un certo numero di video intesi come un racconto dotato di senso e sviluppo.Essi colgono spesso intuizioni presenti nelle performances e le sviluppano con un linguaggio tipicamente filmico, riproponendo ostinatamente, il concetto del confine attraversabile (e della finestra), ormai elemento identificativo dell’artista.

 Come operatore artistico

  • Gestione dello spazio espositivo“Asilo Notturno” a Livorno (1987-94).
  • Partecipazione alla Commissione della Casa della Cultura per la gestione del progetto del Comune di Livorno Il Labirinto.
  • Attività promozionale della Casa dell’Arte (oltre 100 eventi per un totale di 193 artisti).
  • Partecipazione al progetto di Grazia Batini Giocalarte, a scuola con gli artisti, Pontedera (Pisa)

 Come critico d’arte

  • Effettua cicli didattici su problemi di educazione alla visione, nelle scuole.
  • Cura la realizzazione e i cataloghi di mostre di largo respiro, sulla ricerca giovanile a Livorno, sull’arte livornese d’avanguardia e sull’Astrattismo a S. Vincenzo.
  • È ideatore e curatore di eventi artistici ed esposizioni (Vecchia Fortezza Effimera 2006, Arte a Perdere 2010 e 2012, Oltre la Pittura 2012
  • Ha collaborato con il quotidiano di Livorno Il Telegrafo e con altre riviste; è autore di numerose presentazioni in catalogo di artisti e gruppi operanti nel campo della Ricerca. Ha tenuto conferenze e conversazioni  a Cologno Monzese, Castiglioncello, Livorno, Milano e San Vincenzo. Collabora attualmente con la Rivista livornese “La Ballata” di cui è titolare di una rubrica fissa.

Bruno Sullo

Mail: bruno.sullo@libero.it

www.brunosullo.org

Pin It