MSINI (Marco Sinigaglia) – Io sono albero – Il Melograno Art Gallery – Livorno 27/02 – 04/03

Il_Melograno febbraio 19, 2016 Commenti disabilitati
MSINI (Marco Sinigaglia) – Io sono albero –  Il Melograno Art Gallery – Livorno   27/02 – 04/03

Marco Sinigaglia MSINI Io sono albero Il Melograno Art Gallery Livorno 27  febbraio – 4 marzo 2016

Marco Sinigaglia MSINI Il Melograno Art Gallery Livorno

Sabato 27 febbraio, alle 18.00, alla galleria Il Melograno, in via Marradi 62/68 a Livorno, si inaugura la personale di MSINI  intitolata “Io sono albero”.

E’ una riflessione sull’identità, sulla coscienza del sé e su quanto l’umano, come singolo e come collettivo ne abbia smarrita la ricerca, relegando la “personalità” ad un simulacro di “successo” e produttività economica. E’ una invocazione a trovare autenticità, quantomeno a inseguirla.

“Geometrie labirintiche che fanno cortocircuitare la percezione dell’insieme, sicuramente congruenti alle esperienze della ricerca gestaltica dell’arte cinetica e programmata. Soltanto che il pattern usato dall’Artista (il modulo ripetuto, girato, specchiato e deformato) è un frammento del corpo (il suo): il polpastrello di un dito, il tessuto epiteliale di una mano, di un braccio, peli e capelli. Frammenti riportati a matrici ordinate, ma, e qui è la differenza con l’Arte gestaltica, che appartengono al corpo: geometria viva e pulsante e nello scoprirne l’origine sta la meraviglia dell’osservatore.  Nel riconoscimento di ciò che il frammento rappresenta, il freddo della serie lascia spazio al caldo della vita; ben diverso dal caldo dell’action painting, del gesto spontaneo e libero, ma di evidente interesse di indagine. E allora il totem di MSINI propone anche un valore etico: l’irriducibilità, anche se in frammenti, del corpo. Condizione ricostruttiva di un tessuto sociale destrutturato …” (Paolo Pavan)

… “Tutta l’arte è ad un tempo superficie e simbolo. Coloro che penetrano al di sotto della superficie lo fanno a proprio rischio e pericolo” (Oscar Wilde). L’indagine di MSINI ci viene resa come una superficie: che sia la pelle tesa di tamburo o la superficie sacralmente elevata a presenza totemica. Essa è sempre e comunque “barriera di contatto” (W. Bion)  sulla quale  l’artista riproduce ossessivamente la stessa nota d’un concerto Kleiniano: il “pattern” si riproduce in infinito gioco di concatenazioni…(Gino Prandina)

L’esposizione sarà aperta fino a venerdì 4 marzo, con orario 10/13 e 16/20. Chiusi nelle mattine della domenica e del lunedì.

Il Melograno galleria d’arte

Via Marradi 62/68 Livorno

www.ilmelograno.eu www.artelivorno.it

www.gallerialivorno.it

Pin It