Rachele Carol Odello a Fruttidoro 2015

Il_Melograno agosto 29, 2015 Commenti disabilitati
Rachele Carol Odello a Fruttidoro 2015

Rachele Carol Odello a Fruttidoro 2015

Galleria Il Melograno

Livorno

5 – 17 settembre 2015

Pittrice e scultrice, Rachele Carol Odello è nata a Livorno nel 1974. Ha studiato al Liceo Artistico “Cecioni”, Livorno, ma è dalla madre, grafica e scultrice, che acquisisce i rudimenti artistici fin dall’infanzia. Ogni angolo di casa aveva il tocco artistico della madre, dalla cartapesta nella vasca da bagno per creare qualche scultura alle bambole fatte a mano per lei e i fratelli. Ha vissuto in Inghilterra quasi 4 anni ed ha cominciato ad esporre. Ha continuato la formazione presso la fondazione” Trossi Uberti” di Livorno dove e’ stata allieva del maestro Y. Hidalgo e presso la Fucina d’ Arte col maestro Angelo Foschini. Si e’ poi appassionata alla scultura pendendo lezioni dal maestro Paolo Grigo’. Scrive storie e le mette in scena (ha conseguito il diploma di teatro triennale presso la scuola “Laura Ferretti, Centro artistico il Grattacielo”, Livorno). Nelle opere traspare la teatralità e l’amore per la poesia. Scrive anche racconti per bambini, passione che ha coltivato dall’infanzia. Il luogo di provenienza dei genitori, la Sardegna la madre e il Sud Africa il padre lasceranno tracce in tutto il suo percorso di ricerca. Appassionata della vita e del colore, attraverso la sofferenza in seguito alla malattia della madre, ha maturato un’attenzione per i temi sociali e spirituali.

Ecco le opere che saranno esposte a Fruttidoro:

Adva : Benjamin’s dress:

Adva in ebraico significa acqua ed e’ il simbolo della preziosa parola di Dio.  Davide sconfisse Golia prendendo un sasso ben levigato dall’acqua. Sul fondale si intravedono i colori della veste di Beniamino che mi sono immaginata potesse essere stata un richiamo nella sua mente del coraggio di Giuseppe.

The lion of Judah

Il leone di Judah, il messia sul retro sfumato e un ebreo che prega con i tefillin

Berbero

Ammiro i Berberi che hanno lottato per la loro liberta’ e per non perdere la loro identità

Pin It