IL PREMIO ROTONDA LIVORNO – STORIA E NOVITA’

Il_Melograno giugno 30, 2014 Commenti disabilitati
IL PREMIO ROTONDA LIVORNO – STORIA E NOVITA’

Premio Rotonda Livorno

La Storia del Premio Rotonda Livorno

La Rotonda di Ardenza ospita ogni anno dal 1953 il “Premio Città di Livorno” che, a buon titolo, viene comunemente chiamato“Premio Rotonda”. Ci auguriamo che possa continuare ancora,  così come è stato fino al 2015.

Il “Premio Città di Livorno”, la rassegna italiana di più antica data, nacque con il nome di “Premio Rotonda” da un’idea di Mario Borgiotti. 

L’artista, noto pittore, amante di Livorno e del clima che vi si respirava, nel 1953 pensò di riunire alcuni amici presso il bar Brilli di fronte alla storica Bottega d’Arte. Così, insieme ai pittori Nedo Luschi e Renzo Casali, Mario Borgiotti  dette il via al premio, che ancora oggi è vivo e vitale. Nella prima domenica di agosto del 1953 furono riuniti i pittori partecipanti per realizzare dal vero, in estemporanea, opere che raccontassero e valorizzassero la bellezza del posto con il mare, la scogliera, la pineta. Non dimentichiamo che in quella pineta sono passati Giovanni Fattori, Ulvi Liegi, Cesare Bartolena, Guglielmo Micheli, Llewelyn Lloyd, Gino Romiti, Amedeo Modigliani…. Le opere realizzate dagli artisti furono esposte per qualche giorno e fu poi festeggiato il vincitore nella serata di premiazione.

Negli anni seguenti il Premio ha vissuto momenti importanti, con la presenza di grandi artisti, specialmente nei periodi degli ultimi anni cinquanta e alla fine degli anni ottanta. Nel 1958 la giuria fu composta da personalità come Carlo Carrà, Ardengo Soffici, Francesco Messina e Pietro Annigoni. Negli anni ottanta alla Rotonda furono esposte opere di Giulio Turcato, Mario Schifano, Gualtiero Nativi, Tommaso Cascella.

Le vicende del Premio sono state seguite da sempre da Luciano Bonetti, addetto stampa, amante e testimone dell’arte livornese, una figura cara a tutti, che ci ha lasciati nel 2012, dopo aver visto la sessantesima edizione. Nel 1997 è stato pubblicato il suo volume intitolato “Pittori, luci, ombre, amarezze e speranze della nostra Rotonda d’Ardenza dal 1953 ad oggi”, edizione a cura di Pietro Chegai, Firenze, Nuova Stamperia Parenti.

La guida del Premio è stata affidata negli anni a diversi soggetti, comitati di pittori, il gallerista Cesare Rotini. Attualmente alla guida è l’Associazione Ro-Art, sotto la presidenza della Dott.ssa Paola Turio.

Ma è soprattutto l’amore dei cittadini che ha tenuto viva questa tradizione, irrinunciabile, che costituisce un appuntamento preparato tutto l’anno dai nostri numerosissimi artisti. Livorno infatti è una città di Artisti e il pubblico cerca e desidera un rapporto diretto con loro, fuori da luoghi formali, che alla Pineta si realizza nella rilassatezza di un clima di vacanza. Una passeggiata serale con la famiglia alla scoperta degli artisti che, provenienti da Livorno, ma anche da tante altre parti d’italia, sono felici di illustrare i loro lavori e di farli conoscere alla Città.

La Location

La Rotonda di Ardenza è una splendida pineta di forma circolare che si trova a conclusione della passeggiata ottocentesca sul lungomare di Livorno, tra gli stabilimenti balneari e le ville storiche sul lato terra. Si raggiunge da Sud dal viale di Antignano e da Nord percorrendo il viale Italia.

la rotonda di ardenza livorno

la rotonda di ardenza ippodromo

Il Premio Rotonda Livorno è gestito da:

Associazione Ro-Art Via G. Maria Terreni,7 – 57122 – Livorno

 

 

I nostri articoli 

null

la rotonda di ardenza dal viale italia

 

Pin It