Anna Laura Bachini

Il_Melograno giugno 3, 2012 Commenti disabilitati
Anna Laura Bachini

Anna Laura Bachini ha partecipato a La Quadrata, alla galleria Il Melograno.

Anna Laura Bachini, designer grafico, è nata a Livorno nel 1963. Si è laureata all’ISIA di Firenze nel 1987 in Disegno Industriale, con una tesi sperimentale, “Giochi didattici per bambini non vedenti dalla nascita”, relatore Enzo Mari. A partire dal 1987 fa esperienza in studi di architettura e di grafica di Firenze.
Nel 1989 inizia una collaborazione con la Soprintendenza di Pisa come operatore grafico per la realizzazione di laboratori didattici storico-artistici per le scuole del Comune di Livorno. Apre il suo studio di grafica e design a Livorno nel 1990. Da allora cura immagini coordinate per Enti pubblici e campagne pubblicitarie per clienti appartenenti ai settori merceologici più diversi, elabora strategie e fornisce consulenze globali per la comunicazione. Dal 1997 è Socio Professionista A.I.A.P. (Associazione Italiana Progettazione per la Comunicazione Visiva, Milano), acquisendo la Certificazione Europea di Qualità B.E.D.A. (Bureau of European Designers’ Association).
Con l’Immagine coordinata del Sistema Museale della Soprintendenza di Pisa ha ricevuto nel 2001 la “Denominazione di Qualità ADI Design Index” con pubblicazione sull’omonimo Annuario e nomination per il Compasso d’Oro. Nel 2006 fonda il marchio “l’AltroVerso: FotoGrafiche di Anna Laura Bachini”, progetta e produce merchandising e oggettistica di arredo per interni e urbano (“FotoGrafiche L’AltroVerso” sono state scelte dal Comune di Livorno per rappresentare la Città sui Pannelli di Benvenuto posizionati alle porte della città). Il filo conduttore è la promozione del territorio attraverso parole e immagini (fotografie da lei realizzate ed elaborate graficamente). Luoghi “altri”, punti di vista “di-versi”, come fondali, scenografie ai pensieri di autori che hanno amato, vivendovi o anche solo attraversando una città. E hanno sentito il bisogno di raccontarla. Dal 2009 al 2011 cura varie mostre FotoGrafiche per la diffusione della poesia di Giorgio Caproni, nelle sue città dell’anima, Livorno e Roma e Genova. Nel 2010 progetta e ne diventa direttore di collana de “L’altraGuida: luoghi diVersi” in coedizione con Ets di Pisa.
Nella primavera 2011 si è svolta la mostra di pannelli FotoGrafici “L’AltraLivorno” nel Mercato Centrale, a patrocinio Comune e Provincia di Livorno.
Nel 2012 è stata incaricata dal Comune di Livorno di curare la comunicazione visiva delle manifestazioni del centenario della nascita di Giorgio Caproni e dalla Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno di curare il logo e l’immagine grafica coordinata di tutte le manifestazioni del Ventennale 2012 della Fondazione.

Un’idea di me.
Sono una grafica targata Livorno, potrei dire citando e parafrasando Giorgio Caproni, di cui quest’anno ricorre il centenario.
Ma una targa si sa, è fatta per le cose che si muovono, affinchè si riconosca da dove vengono anche se vanno lontano.
Non che personalmente sia mai andata tanto lontano (a vivere voglio dire). Una decina d’anni a Firenze negli anni dell’Isia, gli ‘80; ho lavorato più per Pisa e Lucca che per Livorno (quasi) negli anni ‘90, fra Soprintendenza e Comune e vari. Ma quello che intendo esprimere è che se rappresento quasi ossessivamente Livorno sulle mie fotoGrafiche non è per esaltare la “livornesità”, anzi. Non amo la schizofrenia tutta livornese di chi innalza la sua città come non-ce-n’è-altre-al-mondo, e allo stesso tempo per una forma di quasi compiaciuto masochismo sostiene che “a Livorno un c’è nulla da vedè” se non il mare (e fosse poco).
Forse proprio perchè ho vissuto per tanti anni nella città d’arte per eccellenza, ho sempre pensato che Livorno non debba confrontarsi con Firenze e con le altre città d’arte toscane, ma guardarsi dentro, come senza inibizioni fanno e hanno fatto sempre quelli che ci sono passati per caso toccandola nei secoli passati come tappa di passaggio per un Grand Tour o più di recente per venire a prendere un traghetto per le isole. Ho capito che lo stesso stupore che ha ispirato Herman Hesse, Goethe, Pasolini, Luchino Visconti, Dan Fante, nello scoprire una città sorprendente, per i suoi grandi spazi aperti, i suoi colori tipici di certe città mediterranee, certi blu, certi ocra, certi rossi, per l’intimità di alcuni vicoli e bastioni realizzati dai Medici e dai Granduchi, questo stupore dicevo, proviene proprio dall’eccessiva ritrosia dei livornesi a comunicare al resto del mondo che ci sono, che la loro città esiste. “Where is Livorno? Is… near Pisa and Florence”. Chi non hai mai risposto così a qualche casuale compagno di viaggio?
Mi sono accorta che quando volevo regalare qualcosa di rappresentativo della mia città a un amico lontano, non trovavo niente; e così pian piano, prima trovandoli casualmente, poi andandomeli a cercare, ho messo da parte versi e citazioni di letterati autorevoli e li ho uniti a fotografie, ho mischiato e inventato colori, li ho stampati su canvas e pelle, ho fatto (fare) borse, lampade, cuscini, pannelli, risolvendo il mio personale “problema” di cui sopra e sono nate le “FotoGrafiche l’AltroVerso”. Il “problema” non era soltanto mio, così è nata una produzione vera e propria. Poi ho cercato di sensibilizzare gli enti locali sulla necessità di creare un merchandising del territorio, “targato” Livorno appunto.
Un’AltraLivorno, quindi quella che si fa scoprire ed esportare (ecco che serve la “targa”), una Livorno fotogenica, non appariscente ma sensuale, consapevole della sua bellezza atipica. In un film dei primi anni ‘60 girato (anche) a Livorno, “Mare Matto”, una voce fuori campo dice: “Tutte le città sono femmina, Livorno è maschio…”. Questione di punti di vista, ma sospetto che il regista Castellani fosse fra quelli che conoscono Livorno solo per esserci passato di sfuggita.
Di seguito sono riuniti interventi di autorevoli storiche dell’arte e giornaliste che hanno parlato del mio lavoro, lascio a loro la parola e le ringrazio.
Così come ringrazio il Comune di Livorno di avermi incaricata per questo 2012 di curare graficamente l’immagine coordinata delle manifestazioni celebrative del centenario della nascita di Giorgio Caproni, e Lorenzo Greco che ne cura la supervisione scientifica.

Anna Laura Bachini

 

Anna Laura Bachini a la Quadrata
Anna Laura Bachini a la Quadrata

http://artelivorno.it/2012/07/02/anna-laura-bachini/

Pin It